allemandi
Società  Editrice Umberto Allemandi & C. S.p.a. - Fondata nel 1983 - Torino London New York Venezia

Serafino Macchiati. Illustratore


Edizione italiana e francese

di Raffaele De Grada, Silvana Frezza Macchiati


Nato a Camerino nel 1861 (e morto a Parigi nel 1916), Serafino Macchiati si era formato nell’ambito della pittura divisionista romana e aveva frequentato la cerchia di artisti che gravitavano intorno a Giacomo Balla e Duilio Cambellotti, ma anche poeti come Sibilla Aleramo e, a Parigi, politici come il dirigente rivoluzionario Henri Barbusse. A Parigi (dove si era trasferito nel 1898) aveva consolidato la sua amicizia con Balla (vivono e lavorano insieme, legati anche dalle comuni idee socialiste), aveva studiato gli Impressionisti e la pittura di paesaggio, perfezionato la sua attività artistica nel settore dell’affiche pubblicitario di gusto Art Nouveau, allora di gran moda grazie anche alle esposizioni universali. Macchiati è diventato celebre come illustratore delle principali riviste europee (la «Tribuna Illustrata», il «Figaro illustré» e l’«Illustrierte Zeitung») e dei romanzi delle più importanti case editrici (Treves e Sonzogno di Milano; Alphonse Lemerre, Pierre Lafitte e Arthème Fayard di Parigi): è un realista che descrive a fondo la società contemporanea (nei romanzi di Balzac, Tolstoi o Conan Doyle) e che ricostruisce fuori da ogni retorica la vita di alcuni grandi personaggi (come nella biografia di Beethoven). Ha illustrato inoltre la «Divina Commedia» edita da Alinari di Firenze. Diverse sue opere si possono trovare nei più importanti musei italiani, al Musée d’Orsay a Parigi e al Museo di Belle Arti a Lugano.Raffaele De Grada
Nato a Zurigo nel 1916 da una famiglia di pittori emigrata dall’Italia all’inizio del XX secolo, nel 1935 comincia ad occuparsi di critica d’arte; dal 1944 al 1952 è commentatore politico e dirigente Rai, direttore delle riviste d’arte e letteratura «Il 45» e «Realismo» e critico d’arte su «L’Unità», «L’illustrazione italiana» e soprattutto alla Rai. Ha pubblicato numerosi volumi di storia dell’arte contemporanea e dell’Ottocento, e dal 1965 al 1986 si è dedicato all’insegnamento di Storia dell’arte all’Accademia di Brera. Dal 1971 al 1976 ha diretto l’Accademia e la Pinacoteca Comunale di Ravenna e dal 1989 al 2000 l’Accademia di Arte e Restauro «Aldo Galli» di Como. Già presidente della Commissione Cultura della Provincia di Milano, è collaboratore de «Il Corriere della Sera», di «Arte Mondadori» e di altri periodici.

Silvana Frezza Macchiati
Dopo il diploma al liceo artistico, un corso di arredamento, l’apprendistato presso un noto studio di architettura milanese come disegnatrice tecnica e varie consulenze di grafica e arredamento, è diventata l’assistente di Willy Macchiati e da dieci anni partecipa alla sua attività di expertise. Si dedica al disegno a matita a mano libera e, in occasione del Centenario Verdiano, ha disegnato una serie di ritratti dei più grandi direttori d’orchestra. Si occupa inoltre dell’organizzazione dell’archivio delle opere fotografiche di Mario Sironi curato da Willy Macchiati.


Pagine: 120
Misure: 21 x 30,5 cm
Illustrazioni: 532 b/n
Legatura: rilegato
Edizione: italiana e francese
ISBN: 978-88-422-1216-4
Prezzo: 10,00 €