allemandi
Società  Editrice Umberto Allemandi & C. S.p.a. - Fondata nel 1983 - Torino London New York Venezia

Fairy tale stories from the winter olympic games


Recensioni
«Il volume, adatto anche come reliquia da conservare sullo scaffale più alto, grazie a una curata edizione ci riporta allo spirito olimpico e alla sua più autentica emozione».
La Gazzetta dello Sport

«Non si era mai visto un libro ufficiale sui Giochi Olimpici in forma di fiaba».
Famiglia Cristiana

«Ormezzano è riuscito in una sorta di continua e incantevole ricerca della semplicità (del cuore appunto) a trovare, nella cronaca-storia, senza eliminarne le durezze, talvolta le perfidie, il passaggio, come Alice, per entrare dentro la 'fiaba' di ciascuna di queste vite eccezionali, un tappeto volante sul quale per una volta ci è dato salire».
La Stampa

«Svuotate le tasche della memoria, dopo 22 Olimpiadi, Gian Paolo Ormezzano usa la penna come bacchetta magica per raccontare la fiaba dello 'sport degli sport: le Olimpiadi».
Gente Viaggi

di Gian Paolo Ormezzano


Nessuno avrebbe potuto raccontare la «fiabesca» storia delle Olimpiadi invernali come Gian Paolo Ormezzano, una delle più illustri firme del giornalismo sportivo, nel quale si sono affermati talenti eccezionali di scrittori come Gianni Brera e Giovanni Arpino. Questo volume è la narrazione appassionata e documentata delle storie più straordinarie e memorabili che hanno fatto la storia delle diciannove edizioni dei Giochi della neve, prima di quella a Torino nel febbraio 2006. Come i miti, anche lo sport produce «eroi»: sono questi eroi contemporanei che Ormezzano racconta, uomini e donne che ricordiamo per le loro epiche imprese sportive, ma che pochi hanno conosciuto nella loro realtà umana, nelle loro storie personali. Da Zeno Colò (1952, Oslo) a Gustavo Thoeni (1972, Sapporo), dalle fondiste Stefania Belmondo (2002, Salt Lake City) a Manuela Di Centa (1994, Lillehammer) ai discesisti Alberto Tomba (1992, Albertville) e Deborah Compagnoni (1998, Nagano), dalla pattinatrice Katarina Witt (1988, Calgary) allo slittinista Paul Hildgartner (1984, Sarajevo) sono loro, fuoriclasse di tutto il mondo, i protagonisti di questo romanzo dello sport lungo ottantadue anni. (Edizione inglese)Gian Paolo Ormezzano
Gian Paolo Ormezzano, tifoso del Toro, tre figli, sei nipoti che promettono, nato a Torino il 17 settembre 1935 da famiglia piemontesissima, ex nuotatore agonista bravino, podista dopo i sessant’anni (maratone di New York e Torino). Maturità classica, diciassette esami su ventuno di giurisprudenza, subito a «Tuttosport» per lavorare da aspirante giornalista ancor prima di aver compiuto i diciotto anni, e lì dal 1953 al 1979: giovine di studio, sguattero di tipografia, redattore di cucina, cronista di nuoto e basket, inviato di ciclismo e di sci e di Olimpiadi e di tutto, caposervizio, direttore dal 1974. Poi a «La Stampa» come inviato speciale, per servizi di sport e altro (rubrica su «Torino Sette», cronaca, cultura). Dal 1960 collaboratore sportivo di «Famiglia Cristiana». Pensionato ergo free-lance soprattutto a «La Stampa» dal 1991, con breve ritorno a «Tuttosport». Ventidue Olimpiadi da giornalista, record del mondo (aiuto!). E anche ventotto Giri d’Italia, dodici Tour de France, tantissime edizioni dei campionati mondiali ed europei di calcio, atletica, basket, nuoto... Nel 1966 a intervistare i campioni di Mao nell’allora quasi inaccessibile Cina. Nel 1969 il reportage dalla Nasa in Florida per il lancio di Apollo 11 e la conquista della Luna. Radio e televisione nazionali in dosi fortunatamente omeopatiche. Libri di storia del calcio, del ciclismo, dell’atletica, e altri di arte varia e personaggi assortiti, sempre con lo sport di mezzo. Due romanzi con fondale sportivo. Per l’Enciclopedia Treccani e l’editrice De Agostini tanta storia dei Giochi olimpici invernali ed estivi. La direzione di «Alè Toro», mensile ufficiale del club calcistico granata, per un paio di anni, nel passato fresco, difficile, da continui sudori. Amorosi. Calcolo per difetto: ha pestato per centocinquanta milioni di volte su tasti di macchine da scrivere o di computer. Ha viaggiato in tutto il mondo, ama la sua città, ha voglia della campagna circostante, della montagna e del mare vicini.


A cura di: Gian Paolo Ormezzano
Pagine: 184
Misure: 24 x 34 cm
Illustrazioni: 64 colori, 50 b/n
Legatura: rilegato
Edizione: inglese
ISBN: 978-88-422-1384-0

Evergreen
Prezzo: 5,00 €