Copertina: Diego Francesco Carloni da Scaria. e la nascita del Rococò
Leggi un estratto Leggi un estratto Leggi un estratto
Condividi Condividi Condividi
Guarda alcune immagini del libro

Diego Francesco Carloni da Scaria

e la nascita del Rococò

Informazioni
  • Autore Andrea Spiriti
  • Dimensioni 21x30,5 cm
  • Rilegatura Cartonato con sovraccoperta
  • Pagine 248
  • Illustrazioni 205
  • Lingua Italiano
  • Anno 2014
  • ISBN 9788842223382
  • Prezzo € 45,00
  •   Non disponibile
Sinossi

L'evoluzione estrema del Barocco: uno stupefacente scultore in stucco, dai laghi lombardi alla Mitteleuropa

L'attività di scultore in stucco di Diego Francesco Carloni da Scaria (1674-1750), innervata dal giovanile soggiorno romano, qualifica una vasta area che dall'Italia (la Lombardia, ma anche la Liguria) e dalla Svizzera raggiunge l'Austria, la Boemia, la Baviera e il Baden. Ma Diego è soprattutto l'anello conclusivo di una linea che parte dalla fusione di berninismo e algardismo per evidenziare i caratteri «ellenici» del secondo e giungere così a un'evoluzione estrema del barocco che prelude a forme rocaille. Rococò sono infatti le opere che Diego esegue nel primissimo Settecento, ponendo con chiarezza negli Erblände le basi di una rivoluzione figurativa ben più precoce di quella francese. Passau, Markt Sankt Florian, Salisburgo, Lambach, Linz, Amberg, Praga, Ludwigsburg, Kremsmunster, Weingarten, Klosterneuburg, Einsiedeln sono le tappe di un cammino il cui controcanto va rintracciato in Italia a Genova e nella natìa Scaria.

Recensioni